Surgical Tribune Italy

ClinicalItaly

Filter
Reset
Malformazioni ed ipoacusia: due differenti approcci

November 7, 2016

I disordini dell’udito hanno numerosissime cause e vengono in genere classificati in base al tipo ed al grado di perdita uditiva, inoltre possono essere di tipo congenito o acquisito. Il tipo di ipoacusia è correlata alla localizzazione del danno a carico del sistema uditivo, il grado dipende invece da quanto il disturbo causa una perdita di funzione uditiva rispetto alla norma.

La chirurgia endoscopica del basicranio nel trattamento dei craniofaringiomi in età pediatrica

September 19, 2016

La chirurgia del basicranio in età pediatrica ha avuto negli ultimi anni un radicale evoluzione con l’introduzione della tecnica endoscopica. La via naturale per raggiungere la base del cranio è rappresentata dal naso, attraverso di esso è possibile raggiungere l’intero basicranio: anteriore, medio e posteriore. Il concetto è tanto semplice quanto rivoluzionario: introdurre un endoscopio rigido nel naso, farsi strada attraverso le normali strutture nasali, creare una breccia ad hoc che permetta l’ingresso all’interno del cranio tanto da poter raggiungere il target preposto.

advertisement
Concentrato di fattori di crescita (Concentrated Growth Factors – CGF): un importante strumento nella medicina rigenerativa

July 20, 2016

Le cellule progenitrici circolanti CD34+ derivate da midollo osseo contribuiscono al rimodellamento e alla riparazione nel processo di vascolarizzazione.1 L’attivazione piastrinica consente l’accesso a fattori di crescita autologhi che, per definizione, non sono né tossici né immunogenici e sono dunque in grado di accelerare i normali processi di rigenerazione ossea. In generale, un gran numero di studi sul PRP (Platelet-Rich Plasma, ovvero plasma arricchito in piastrine) dimostrano che esso stimola la proliferazione e la differenziazione di fibroblasti, osteoblasti, condrociti e cellule staminali mesenchimali.2,3

Malformazione di Chiari Tipo I

April 18, 2016

Per la realizzazione dello studio sono stati innanzitutto selezionati 483 pazienti, corrispondenti ai casi trattati dal 1 Gennaio 2000 al 1 Settembre 2015 operati dal team di neurochirurgia dell’Ospedale Pediatrico A. Meyer di Firenze. I pazienti sono stati operati sia presso l’Ospedale Pediatrico A. Meyer di Firenze, che l’Ospedale San Giovanni di Dio di Scandicci (FI) e l’Ospedale “Le Scotte” di Siena.

Il bypass indiretto nel trattamento del Moya Moya

April 1, 2016

La malattia di Moya Moya è una patologia caratterizzata dalla stenosi progressiva della porzione distale della carotide interna o della porzione prossimale dei suoi rami (arteria cerebrale anteriore e arteria cerebrale media) associato alla presenza di un network vascolare anomalo di compenso costituito da piccoli vasi che radiologicamente assumono il caratteristico aspetto simile a una “nuvola di fumo”.

advertisement
L’adherence al trattamento chirurgico, dopo l’igiene orale professionale. Case report

January 5, 2016

Nella pratica clinica l’esigenza estetica del paziente è comunque il primum movens dei trattamenti odontoiatrici. Il ruolo dell’odontoiatra in prevenzione terziaria è quello di eseguire una esatta diagnosi e formulare la progettazione di un piano terapeutico che riesca a rispondere ai canoni di riabilitazione funzionale ed estetica del cavo orale.

Frenulectomia Laser Nd:Yap gold standard della chirurgia orale pediatrica: a case report

January 5, 2016

La tecnologia laser a partire dalla seconda metà dello scorso secolo si è diffusa dai laboratori fino a interessare le varie branche mediche come le attuali applicazioni in neurochirurgia, oculistica, otorinolaringoiatria, pneumologia, ginecologia, ecc.

Predicibilità chirurgica della rigenerazione ossea verticale (GBR) nella mandibola posteriore edentula: disegno, gestione e passivazione dei tessuti molli come chiavi principali di successo

January 5, 2016

L’efficacia della Rigenerazione Ossea Guidata (GBR), quale tecnica utilizzata al fine di promuovere la rigenerazione ossea orizzontale o verticale, è stata ben documentata già fin dai lontani primi anni ’901-4. È stata inoltre ben dimostrata la stabilità dell’osso rigenerato e la sua buona risposta nel tempo, una volta sottoposto a carico funzionale5-8.

advertisement
Difetti parodontali: correzioni ortodontiche e chirurgiche

January 5, 2016

Introduzione È stato osservato che le parodontiti provocano difetti che coinvolgono sia l’osso alveolare che i tessuti molli determinando difetti infra/sopra ossei, lesioni della forca e recessioni gengivali1.

Laser in chirurgia orale e medicina

January 4, 2016

Introduzione Il laser viene utilizzato in chirurgia orale per numerose indicazioni. In questo articolo ci focalizziamo sul suo utilizzo chirurgico. Il successo del trattamento chirurgico delle lesioni nella cavità orale dipende soprattutto sulla conoscenza dell’eziologia e dell’istologia della lesione.

La figura dell’ortodontista nei pazienti con labiopalatoschisi

January 4, 2016

Introduzione La cheilognatopalatoschisi, o più comunemente detta labiopalatoschisi, è uno dei più diffusi disturbi di sviluppo delle strutture oro-facciali1-3 caratterizzato dalla presenza di una schisi, cioè di una fessura che si realizza per una mancata fusione di strutture simmetriche della faccia (in particolare di labbro, mascella e palato) durante il quarto stadio di sviluppo embrionale; la sede esatta della schisi dipende dalla sede in cui non si realizza la fusione dei processi facciali.

Le correlazioni tra Hpv e carcinoma orofaringeo

January 4, 2016

Il carcinoma orale rappresenta una delle patologie maggiormente diffuse a livello mondiale con evidenti e gravi ricadute socio-economiche e di sopravvivenza, in relazione al ritardo diagnostico nel campo della medicina orale. Gli sconfortanti dati epidemiologici sul carcinoma orale impongono una seria riflessione.

advertisement
La regione palato-pterigo-tuberositaria: interesse chirurgico in implantologia

January 4, 2016

La regione palato-pterigo-tuberositaria (PPT) è una regione complessa situata posteriormente all’arcata mascellare. Essa è costituita da 3 strutture ossee individualmente poco resistenti ma di cui l’assemblaggio crea una zona molto interessante dal punto di vista meccanico in implantologia.

Oral cancer: il 47% dei casi diagnosticati tardivamente, perché?

January 4, 2016

Il cancro orale, o meglio del distretto capo-collo, è una indiscutibile e preoccupante realtà tanto che nelle classifiche della OMS è posto fra le patologie tumorali più frequenti rappresentando il 10% circa di tutte le neoplasie maligne nel sesso maschile e il 4% nel sesso femminile. Oltre all’importante frequenza, lascia perplessi che difficilmente se ne parli o se ne scriva sui media, quasi si trattasse di un problema marginale.

Studio comparativo morfostrutturale e funzionale oftalmologico-ortodontico in paziente in età pediatrica

December 15, 2015

È stato condotto uno studio osservazionale al fine di esaminare l’esistenza di correlazioni fra parametri relativi al sistema visivo e parametri interessanti il sistema stomatognatico, in un campione di soggetti in età evolutiva. I meccanismi di sviluppo del sistema cranio-facciale devono condurre a un’armonica crescita ossea, dentale, muscolare, fasciale e del sistema oculare, inteso come motilità oculo-estrinseca, sistema fasciale orbitario, sviluppo orbitario, difetti refrattivi fisiologici e visione binoculare. Lo sviluppo disarmonico di uno di questi sistemi potrebbe influenzare negativamente la morfologia e la funzione di elementi dell’altro sistema. Dall’analisi della letteratura emergono alcuni lavori che si sono interessati dell’interazione tra sistema visivo e sistema stomatognatico, prevalentemente condotti su soggetti adulti.

Agenti emostatici locali di sintesi a base di cellulosa ossidata rigenerata

December 15, 2015

Attuali orientamenti per la gestione del paziente scoagulato in chirurgia orale ambulatoriale. La gestione del sanguinamento intra- e post-operatorio rappresenta in chirurgia orale una delle problematiche più frequenti e maggiormente temute1,2. Tale complicanza, infatti, può non soltanto indurre guarigioni ritardate o inficiare il successo dell’atto chirurgico, ma può indurre in extremis severe conseguenze di carattere sistemico, fino allo shock ipovolemico, qualora la deplezione ematica sia superiore ai 2 litri di sangue1,2.

Le sindromi da dolore cronico nel bambino

January 28, 2015

Una gran parte della popolazione pediatrica riferisce di essere affetto da dolori muscolo-scheletrici, recidivanti o cronici, con tassi di prevalenza che variano tra il 6% ed il 54%. Il dolore cronico nel bambino e nell’adolescente può talvolta avere inizio dopo un evento specifico oppure essere “inspiegabile”. Da tali premesse si articola lo studio che si basa sull’esperienza dell’ambulatorio di terapia del dolore cronico dell’AOU Meyer.

Sistema a compressione dinamica (SCD) per il trattamento del petto carenato

July 28, 2014

Il petto carenato oppure pectus carinatum (PC) oppure petto di piccione è, dopo il petto escavato, la deformità congenita più frequente della parte anteriore del torace nei bambini e negli adolescenti. E’ caratterizzato da una protrusione anteriore in forma di chiglia dello sterno e delle cartilagini condrocostali.

Impianto di protesi parziali del ginocchio per la cura dell’artrosi grave

April 10, 2014

Utilizzato per la prima volta in Italia in un ospedale pubblico, l’unicità del sistema RIO e della tecnica robotica Makoplasty®, rispetto alle altre tecniche esistenti, è data dalla possibilità di pianificare il posizionamento della protesi in maniera estremamente precisa sull'anatomia in base al modello tridimensionale e le immagini TAC.

advertisement
La Neurochirurgia Funzionale e Stereotassica: stato dell’arte

March 27, 2014

Questa branca della neurochirurgia comprende gli interventi atti a migliorare e correggere il funzionamento del sistema nervoso centrale e periferico perturbato da patologie acquisite o congenite insorte in diverse età della vita.

Il Medulloblastoma metastatico: una malattia curabile

March 14, 2014

Il protocollo “front-line” è nato dall’esperienza dell’Istituto Nazionale Tumori di Milano e prevede, successivamente all’intervento neurochirurgico, una chemioterapia di induzione con raccolta di cellule staminali emopoietiche, seguita da un trattamento radiante iperfrazionato accelerato (HART).

Cellule staminali in odontoiatria implantare

February 10, 2014

Il corpo umano contiene oltre 200 differenti tipi di cellule, organizzati in tessuti e organi che svolgono tutte le attività necessarie a mantenere la vitalità del sistema, inclusa la riproduzione. In tessuti adulti sani, il numero di cellule presenti è il risultato di un delicato equilibrio tra cellule di proliferazione, differenziamento e cellule morte.

advertisement
Gestione delle complicanze nella chirurgia cranio-facciale

January 28, 2014

Le craniosinostosi (o craniostenosi) sono delle patologie caratterizzate dalla precoce chiusura di una o più suture della volta cranica. Questa anomala fusione e la conseguente alterata crescita delle ossa del cranio causano alterazioni nella forma del capo.

Meningocele presacrale: una malattia rara trattata attraverso un approccio multidisciplinare

January 8, 2014

Il raro caso è stato curato con successo grazie alla cooperazione chirurgica di diverse equipe. Una metodologia sempre più usata per approcciare i casi più complessi. 

Minimally invasive repair of pectus excavatum (MIRPE) secondo NUSS

October 24, 2013

Trattamento mini invasivo per la correzione dei difetti della parete toracica anteriore

Tumori spinali in età pediatrica: una serie monoistituzionale di 134 casi

August 25, 2013

Analisi retrospettiva con follow up prospettico dei pazienti trattati per tumore spinale presso l’unità di Neurochirurgia Pediatrica dell’Ospedale Pediatrico “Anna Meyer” di Firenze in un periodo di diciassette anni

Ragazza togolese liberata da un tumore al viso

July 8, 2013

La 15enne Radiatou vive in Togo/Africa, uno dei paesi più poveri del mondo. Da cinque anni soffre di un tumore al viso molto proliferante, che alla fine l’ha completamente sfigurata e che, senza un aiuto chirurgico professionale, l’avrebbe soffocata. Il chirurgo orale e maxillo-facciale di Brema il Dr. Lür Körper, uno dei quasi 2.000 membri della Società Tedesca per la chirurgia orale e maxillo-facciale (DGMKG) andò con l’organizzazione caritativa internazionale Mercy Ships in Togo, rimosse il tumore in un’operazione che durò quasi 7 ore e salvò la vita di Radiatou.

advertisement
Sindrome occulta del midollo ancorato? La sezione del filum per via extra durale (serie di 152 pazienti)

July 3, 2013

La sezione del filum terminale per via extradurale è una metodica chirurgica impiegata nel trattamento delle sindormi occulte da ancoraggio midollare. Da dicembre 2007 a dicembre 2012 abbiamo trattato 152 pazienti affetti da tale patologia.

Interesse chirurgico in implantologia: la regione palato-pterigo-tuberositaria

June 20, 2013

La regione palato-pterigo-tuberositaria (PPT) è una regione complessa situata posteriormente all’arcata mascellare. Essa è costituita da 3 strutture ossee indivi-dualmente poco resistenti ma di cui l’assemblag-gio crea una zona molto interessante dal punto di vista meccanico in implantologia.

Dall’ambulatorio odontostomatologico alla chirurgia intra cranica multi step

February 20, 2013

L’impatto delle malformazioni cranio facciali in un grande ospedale pediatrico. Tra le malformazioni cranio facciali dell’età pediatrica, con un importante impatto sulla crescita cerebrale e sull’estetica, le Craniostenosi sono sicuramente le più frequenti. lI termine craniostenosi/craniosinostosi descrive una prematura chiusura patologica delle suture craniche.

© 2019 - All rights reserved - Surgical Tribune International