Surgical Tribune Italy

Ragazza togolese liberata da un tumore al viso

By DGMKG
July 08, 2013

La 15enne Radiatou vive in Togo/Africa, uno dei paesi più poveri del mondo. Da cinque anni soffre di un tumore al viso molto proliferante, che alla fine l’ha completamente sfigurata e che, senza un aiuto chirurgico professionale, l’avrebbe soffocata. Il chirurgo orale e maxillo-facciale di Brema il Dr. Lür Körper, uno dei quasi 2.000 membri della Società Tedesca per la chirurgia orale e maxillo-facciale (DGMKG) andò con l’organizzazione caritativa internazionale Mercy Ships in Togo, rimosse il tumore in un’operazione che durò quasi 7 ore e salvò la vita di Radiatou.

“In Germania un tale tumore sarebbe stato diagnosticato e rimosso già in una fase iniziale in modo sicuro“, dice il Dr. Gerd Gehrke, l’addetto stampa di DGMKG.
La società tedesca per la chirurgia orale e maxillo-facciale punta su un’istruzione e formazione orientata su sicurezza e qualità. È l’unico modo per garantire l’impegno di successo di tecniche chirurgiche mature e sofisticate. Dr. Köper è chirurgo maxillo-facciale esperto e da oltre 20 anni si impegna gratuitamente peri più poveri. Per questo nel 2006 ha perfino ricevuto l’ordine al merito della Germania. Nell’anno passato la sua missione l’ha portato con la nave ospedale “Africa Mercy” nel Togo, dove ha salvato la vita di Radiatou.

Curare un paziente sfigurato: salvezza per anima e corpo
L’enorme ma benigno tumore spingeva sulla fronte e sul nervo ottico. La forte proliferazione ha spostato la mascella talmente tanto che la ragazza africana a malapena riusciva a parlare e poteva mangiare solo cibi morbida. I curiosi la prendevano in giro, i nativi con credenze Voodoo la vedevano posseduta da spiriti maligni. A seguito del difficile rifornimento medico in Togo nessuno poteva aiutare Radiatou in loco. Grazie all’impegno delle organizzazioni internazionali, persone come Radiatou hanno la possibilità di una nuova vita. Nell’operazione che è durata 7 ore, il Dr. Köper ha rimosso il tumore e ricostruito ossa e tessuti spostati.
Fra alcuni mesi in Germania Radiatou otterrà un “nuovo volto”: con l’aiuto di un’altra organizzazione d’aiuto sarà portata in Germania, per ottimizzare l’impatto del tumore e della sua rimozione sotto aspetti estetici in un ambiente chirurgico OMF altamente professionale.

Spettacolare rimozione di un tumore gigante
Medicina ad altissimo livello e tecniche di ricostruzione della chirurgia orale e maxillo-facciale moderna danno una prospettiva di vita di qualità: parecchi membri DGMKG impiegano i loro anni di esperienza per aiutare persone colpite da un triste destino nei paesi del terzo mondo.
Due anni fa hanno colpito le immagini drammatiche di Tsehay, che era stata segnata da un tumore gigantesco. L’etiope 21enne venne portata in Germania - grazie ad alcune donazioni - e in un intervento chirurgico durato circa 14 ore, eseguito da due squadre di operazione e diversi anestesisti sotto la direzione del Dr. Carl Peter Cornelius e Dr. Michael Ehrenfeld, nella clinica e nel Policlinico per la chirurgia orale e maxillo-facciale dell’ospedale dell’Università di Monaco, e liberata dalla sua sofferenza.

Tumori facciali: concetti di alta tecnologia del chirurgo MKG 
Ma non solo destini individuali spettacolari nei paesi poveri sperano e confidano nel know-how di oggi del chirurgo esperto OMF. Il trattamento di tumori benigni e maligni del viso sono interventi di routine quotidiana in Germania. “La terapia della malattia tumorale è diventato uno dei compiti principali dell’intervento chirurgico OMF”, dice l’addetto stampa DGMKG, Prof. Gehrke. E consiglia: “Siccome la prospettiva di guarigione dipende dalla fase della malattia, il chirurgo orale e maxillo-facciale dovrebbe essere visitato già al minimo sospetto”. Con l’aiuto di procedimenti altamente tecnologici ed esami istologici dei tessuti il cambiamento può essere chiarito in modo affidabile. Se il sospetto di un tumore maligno viene confermato, il paziente riceve un concetto di terapia adattato alla fase della malattia, se necessario in collaborazione con l’oncologo, e/o il radioterapista. Dal trattamento di supporto come la radioterapia e la chemioterapia fino alla ricostruzione della regione tumorale, tutte le possibilità mediche vengono considerate/pesate e coordinate in modo interdisciplinare. Il recupero plastico ricostruttivo della regione facciale occupa uno spazio speciale nella chirurgia orale e maxillo-facciale, viene progettato insieme con la rimozione del tumore e spesso anche già effettuato nello stesso intervento. Grazie all’evoluzione delle possibilità ricostruttive ormai è possibile operare anche dei tumori molto grandi, che una volta erano considerati inoperabili a causa della conseguente perdita di osso e tessuti molli. 

Tutto questo sotto la premessa di raggiungere un risultato esteticamente e funzionalmente gradevole: diagnostica più precisa possibile, tecniche operative minimamente invasive, microchirurgiche e controllate tramite raggi-x, ricostruzione ossea e di tessuti con il proprio tessuto e/o con impianti esogeni o per esempio prodotti con tecnologia CAD/CAM sono le possibilità della medicina OMF di alto livello di oggi. 
 
Ulteriori informazioni sulla chirurgia moderna OMF: www.patienteninfo-mkg.de

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

© 2020 - All rights reserved - Surgical Tribune International